Il costo insostenibile (etico e ecologico) dell’allevamento: deve finire.

Carcasse in un angolo, in mezzo a polli semi vivi e doloranti, spiumati, sanguinanti. Ma come mai nonostante l’art. 9 della Costituzione – che ribadisce che “gli animali sono esseri senzienti e la Repubblica ne promuove e garantisce la vita, la salute e un’esistenza compatibile con le proprie caratteristiche etologiche” – lo Stato permette tutto questo? Ogni anno in Italia muoiono il 20% degli animali allevati prima della macellazione, mezzo miliardo in Italia.
Nella trasmissione anche Coldiretti ha potuto dire la sua con Ettore Prandini ahimè una lobby potente capace di condizionare anche le scelte politiche, in difesa degli allevatori affinché continuino per la loro strada, in barba ai problemi sin qui esposti e sottovalutando che gli allevamenti sono la terza causa di inquinamento per le polveri sottili. Anche la veterinaria Eva Rigonat di Modena è stata intervistata ed ha spiegato che se continuiamo su questa strada il rischio è che molte zone interessate avranno falde acquifere inquinate piene di nitrati con rischi per la salute umana.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2023/10/04/a-presadiretta-ho-visto-scene-terribili-di-animali-stipati-negli-allevamenti-con-che-coraggio-li-mangiamo/7312911/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi!

Condividi questo contenuto!